La storia del barattolo

Un professore, davanti alla sua classe di filosofia, senza dire parola, prende un barattolo grande e vuoto di maionese e procede a riempirlo con delle palle da golf.
Dopo chiede agli studenti se il barattolo è pieno.
Gli studenti sono d’accordo e dicono di si.
Allora il professore prende una scatola piena di palline di vetro e la versa dentro il barattolo di maionese.
Le palline di vetro riempiono gli spazi vuoti tra le palle da golf.
Il professore chiede di nuovo agli studenti se il barattolo è pieno e loro rispondono di nuovo di si.
Il professore prende una scatola di sabbia e la versa dentro il barattolo.
Ovviamente la sabbia riempie tutti gli spazi vuoti e il professore chiede ancora se il barattolo è pieno.
Anche questa volta gli studenti rispondono con un si unanime.
Il professore velocemente aggiunge due tazze di caffé al contenuto del barattolo ed effettivamente riempie tutti gli spazi vuoti tra la sabbia.
Allora gli studenti si mettono a ridere. Quando la risata finisce il professore dice:

Voglio che vi rendiate conto che questo barattolo rappresenta la vita...
Le palle da golf sono le cose importanti come la famiglia, i figli, la salute, gli amici, l’amore, le cose che ci appassionano; sono cose che, anche se perdessimo tutto e ci restassero solo quelle, le nostre vite sarebbero ancora piene.
Le palline di vetro sono le altre cose che ci importano, come il lavoro, la casa, la macchina, ecc.
La sabbia è tutto il resto: le piccole cose.
Se prima di tutto mettessimo nel barattolo la sabbia, non ci sarebbe posto per le palline di vetro né per le palle da golf.
La stessa cosa succede con la vita: se utilizziamo tutto il nostro tempo ed energia nelle cose piccole, non avremo mai spazio per le cose realmente importanti.
Fai attenzione alle cose che sono cruciali per la tua felicità: gioca con i tuoi figli, prenditi il tempo per andare dal medico, vai con il tuo partner a cena, pratica il tuo sport o hobby preferito. Ci sarà sempre tempo per pulire casa, per tagliare le erbacce, per riparare le piccole cose...
Occupati prima delle palline da golf, delle cose che realmente ti importano.
Stabilisci le tue priorità: il resto è solo sabbia”.

Uno degli studenti alza la mano e chiede cosa rappresenti il caffè.

Il professore sorride e dice: “Sono contento che tu mi faccia questa domanda. E’ solo per dimostrarvi che non importa quanto occupata possa sembrare la vostra vita, c’è sempre posto per un paio di tazze di caffé con un amico!”.

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Assemblea di classe

Già già eccoci qui... Anche per noi è arrivato il momento di partecipare alle assemble scolastiche.

La Teppa, con l'inizio della scuola materna, ha dato vita ad una nuova serie di "attività", chiamiamole così,  che ci porteremo avanti fino alla fine dei suoi studi...

Il giorno è stato terribile; non ha fatto altro che piovere ininterrottamente!
Alle 16.10 però ero già sulla porta della classe munita di carta, penna e tanta voglia di conoscere le altre mamme...

Sono rimasta un pò delusa; mi sarei aspettata una maggiore "apertura alle nuove entrate" (noi mamme dei piccoli) ma ormai le altre mamme si erano già divise in gruppi e noi ci siamo appartate in un angolino...
All'ingresso delle insegnanti si è subito affrontato il primo punto all'ordine del giorno: elezione dei RAPPRESENTANTI di CLASSE!

"... Sarebbe bello se il rappresentante di classe fosse non una mamma dei bambini grandi, l'anno prossimo andranno alle elementari, ma una delle mamme dei più piccoli in modo che ci siano anche in seguito... Bla bla bla... Per esempio la mamma di Giorgia qui presente... L'impegno è di due/tre volte all'anno..."

Ci ho pensato forse 5 minuti... Poi mi sono detta che se non mi buttavo nuove amicizie nè per la Teppa nè per me sarebbero mai arrivate e così: sono la rappresentante di classe!!
Sono contenta! Non so ancora cosa comporti tutto questo... Forse non sono capace... Forse invece sarò bravissima!
Per il momento il mio primo incarico è stato quello di scrivere il verbale della riunione e distribuirne copia a tutte le mamme...

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Tempo di castagne

Piove... Piove e poi ancora piove...

Insomma, in questi giorni, l'autunno ha deciso di fare finalmente il suo ingresso dalla porta principale...
Nota positiva sarebbe stata la classica gita a raccogliere le castagne ma, vista l'influenza arrivata anche lei puntuale, è saltata pure quella...

Meno male che ci sono i nonni!!
In questo uggiuoso pomeriggio nonno Ice ha acceso il camino e nonna Caia ha tirato fuori dalla cantina un gran bel cesto di castagne...
La Teppa ha preso vita: ha aiutato a preparare il camino e poi mentre nonno Ice "crennava" le castagne lei le puliva una per una prima di metterle nell'apposita pentola...
Dopo una mezzoretta di lavoro: buon appetito a tutti!!

Tempo di castagne
Tempo di castagne
Tempo di castagne
Tempo di castagne

"Mamma a me le castagne piacciono proprio tanto!!"

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Sei il mio cuore!

Io e la Teppa

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Ho letto: "Il diavolo veste Prada"

Immagine tratta dal web

Weisberger Lauren
Il diavolo veste Prada

Piemme Tascabili | 413 pagine

Andrea, ventitrè anni, fresca di laurea e con in testa il sogno di diventare scrittrice, si presenta a un colloquio per un posto da assistente nella redazione di "Runaway". Viene così, catapultata in un mondo che non le appartiene, fatto di abiti firmati, tacchi a spillo, viaggi in limousine...  Deve così accantonare felpe, blue-jeans e ambizioni letterarie e essere sempre a completa disposizione della esigentissima Direttrice a cui non si può dire di no!

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Halloween

La Teppa quest'anno non ha paura: "Mamma sono grande! I fantasmi non mi fanno più paura!!"
Così, visto che tra qualche giorno si festeggia "Halloween" in diverse parti del pianeta, ho pensato di omologarmi alla massa e provare a decorare la casetta...

Ho trovato un simpaticissimo schema di scheletro in questo sito: http://www.giocomania.org e così, dopo il classico rifornimento in cartoleria, in casa abbiamo un nuovo ospite... Vi presento OSSO!!

Scheletro
Poi, non contenta, la "famiglia felice" è andata al centro commerciale a farsi il giretto e, tra zucche, teschi, cappelli da strega alla fine siamo tornati a casa con una bella maschera da teschio per il papà e una zucca/contenitore per le caramelle della Teppa... E mamma??
Mamma niente come al solito!!! Ma va bene così.... Un giorno insieme vale 1000 regali!!

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Regali... handmade - fase 3

Questo week-end è stato proprio produttivo!
Ho approfittato di un principio di influenza per restarmene al caldo delle mie mura domestiche;  assolti i quotidiani compiti (spolverare, lavare i piatti, rifare i letti, passare la scopa...) mi sono ritrovata con un bel po' di tempo libero che ho utilizzato per finire il secondo paio di presine e... Iniziare il terzo!!

... Qui lo schema che ho scelto...

Immagine tratta dal web

... E le presine in corso d'opera...

Presina punto croce
Presina punto croce
Poi, come per tutte le altre, a lavoro finito, bisogna comperare la stoffa e provvedere al montaggio.

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Il nostro inizio "GREEN"

Ieri abbiamo investito un po' dei nostri soldini in un piccolo elettrodomestico: la caraffa filtrante.

Immagine tratta dal web
Devo dire che fino all'ultimo sono stata un pò titubante...
Di parole ne ho sentire tante ma nessuna molto convincente; ciò che mi ha fatto propendere per il si, è stato leggere un pò ovunque, navigando in internet, quanta plastica riusciamo a produrre...
Ho pensato alla Teppa, a che mondo avrebbe ereditato e così...

Oggi, a mente fredda, mi sono ben documentata e riesco a dare una spiegazione "supermotivazionale" al mio acquisto:
- PRIMO (fattore fisico): faccio meno fatica nel reperire un bicchiere d'acqua da bere; prima dovevo acquistare le bottiglie di plastica, trasportarle fino al box, dal box a casa... Ora mi basta aprire il rubinetto della cucina!
- SECONDO (fattore economico): ho fatto un calcolo approssimativo di quante bottiglie d'acqua consumiamo in un anno e le ho moltiplicate per il prezzo; ho ottenuto 150 euro. La caraffa mi è costata 39 euro con 5 ricariche (1 ricarica dura 1 mese) quindi: il primo anno spenderò circa 100 euro e gli anni successivi 80 euro (di meno perchè non ho più il costo della caraffa) risparmiando così rispettivamente 50 euro e 70 euro all'anno.
- TERZO (fattore ecologico): le mie bottiglie non creeranno pìù problemi dovuti allo smaltimento...
- QUARTO: l'acqua del rubinetto è buona!!

Comunque sull'argomento vi consiglio di leggere questi due articoli, scritti in modo semplice e di facile comprensione:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Regali... handmade - fase 2

Un po’ di tempo fa, avevo accennato al fatto che quest’anno per Natale la mia intenzione era quella di fare dei regali fatti con le mie manine... (leggi qui!)

Il tempo scorre veloce ed io...
Ho terminato il ricamo del primo paio di presine...

Presina
... Poi ho scelto anche lo schema del secondo paio...

Immagine tratta dal web

... Di cui ho già terminato la prima presina e sono partita con la seconda...

Presina
Finita questa fase, devo comperare la stoffa e portare il tutto alla nonna Anna per il montaggio.
Poi posso dedicarmi alla preparazione dei due cestini con marmellate fatte in casa e/o biscotti...

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS