Casoncelli alla bergamasca

Hippy hippy hurra!!
Finalmente ieri sera dopo una settimana di stenti (pastina, brodino...), ci siamo concessi un primo piatto degno del "pranzo della domenica": i casoncelli!!


INGREDIENTI

- casoncelli
- sale grosso q.b.
- 1 confezione di pancetta a cubetti (150 gr)
- parmigiano reggiano a piacere
- 4 o 5 foglie di salvia
- olio extravergine di oliva q.b.

PREPARAZIONE

1) Scaldare l'acqua e portarla a bollore.
2) Aggiungere una manciata di sale grosso.
4) Aggiungere i casoncelli e lasciarli cuocere per il tempo necessario.
2) Scolare i casoncelli e cospargerli con grana grattugiato.
5) Cuocere la pancetta e la salvia con un filo di olio.
4) Condire i casoncelli.

ATTENZIONE

  • La vera ricetta richiede l'utilizzo del burro; io invece preferisco cuocere la pancetta e la salvia con l'olio per averle più croccanti.

Buon appetito!

Casoncelli

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Ragù di carne

In questi giorni, vista la varicella della Teppa e lo stato comatoso da influenza del maritino, subito dopo cena la casa si svuota: sono tutti a letto!
Ieri sera, dopo aver riordinato, lavato i piatti, steso il bucato... Silenzio!! Non mi sembrava vero!!! Ho acceso la televisione e per una volta io ho scelto che cosa guardare...
Comunque non sono riuscita ugualmente a godermi un po' di pace: dal frigorifero mi chiamava il macinato comperato con l'idea di preparare il ragù e portarmi un po' avanti per il week-end...


INGREDIENTI

- carne trita (io uso la polpa di manzo)
- 1 cipolla
- 1 carota
- 1 costa di sedano
- passata di pomodoro q.b.
- olio extravergine di oliva q.b.
- sale q.b.

PREPARAZIONE

1) Tritare la cipolla, il sedano e la carota.
2) In una casseruola mettere la carne.
3) Aggiungere il trito e 2 cucchiai di olio.
4) Aggiustare di sale.
5) Mescolare e cuocere a fuoco basso per alcuni minuti.
6) Quando le verdure si saranno ammorbidite e la carne avrà incominciato a prendere colore, versare il passato di pomodoro.
7) Coprire e cuocere a fuoco basso per un'ora e mezzo; se necessario versare un po' di acqua calda di tanto in tanto.

Buon appetito!

Ragu di carne

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Yogurt fatto in casa

Finalmente sta tornando il bel tempo...
Non so voi, ma io, per quanto riguarda la mia alimentazione, sono abbastanza: meteopatica!
Ci sono dei cibi che con il freddo non riesco proprio a tollerare ma, appena torna il sole, muoio dalla voglia di assaggiare e farne una grande scorpacciata... Con il termometro sotto lo zero l'idea di mangiare qualcosa preso dal frigorifero mi mette i brividi e così lo elimino dall'alimentazione per tutto l'inverno; uno di questi è lo yogurt!

L' anno scorso, nell'ottica di "mangiare più sano - mangiamo ciò che facciamo", ho fatto un piccolo acquisto intelligente: la yogurtiera!
Fare lo yogurt in casa è diventato facilissimo e... Non è niente male, anzi, con un cucchiaio di miele o di marmellata diventa fantastico anche come dessert!! E poi so cosa c'è dentro...


INGREDIENTI

- yogurtiera
- 1 lt di latte
- 2 vasetti da 125 gr di yogurt intero
- miele, marmellata, cioccolato, cereali a piacere

PREPARAZIONE

1) In una ciotola versare il latte e i vasetti di yogurt.
2) Miscelare bene i due elementi.
3) Mettere il tutto nella yogurtiera.
4) Attaccare la spina e lasciarla accesa per 10/12 ore.
5) Trascorso il tempo, far raffreddare i vasetti di yogurt ottenuti.
6) Mettere i vasetti in frigorifero per far diventare lo yogurt più denso.
6) Guarnire a piacere con miele, marmellata, cioccolato, cereali...

ATTENZIONE

  • Se si usa il latte fresco occorre prima bollirlo per sterilizzarlo; in alternativa si può usare il latte a lunga conservazione, che è già stato sottoposto a sterilizzazione.
  • In alternativa ai vasetti di yogurt si possono acquistare i fermenti lattici liofilizzati in farmacia.
  • Dopo aver fatto lo yogurt la prima volta, occorre tenere da parte un vasetto per riavviare il processo successivo (massimo per tre/quattro volte poi i fermenti lattici "perdono colpi").

Buon appetito!

Yogurt fatto in casa

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

E' arrivata la primavera

Filastrocca di primavera
più lungo è il giorno, più dolce la sera.

Domani forse tra l'erbetta
spunterà la prima violetta.
Oh prima viola fresca e nuova
beato il primo che ti trova,
il tuo profumo gli dirà,
la primavera è giunta,
è qua.

Gli altri signori non lo sanno
e ancora in inverno si crederanno:
magari persone di riguardo,
ma il loro calendario va in ritardo.

Gianni Rodari

Immagine tratta dal web

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Barrette ai cereali

Arrivo da un week-end tutt'altro che facile: la Teppa con la varicella e il maritino con la febbre molto alta...
Insomma tutto il tempo in casa... Che noia!
Per romprere la monotonia, approfittando di una pausa dalle incombenze di "infermiera", mi sono ricordata di una ricetta facile facile che avevo letto in questo blog: http://undicimesi.blogspot.com.
Io l'ho un attimo modificata perchè non mangio cioccolato ma il risultato è altrettanto goloso....


INGREDIENTI

- 30 gr di burro
- 30 gr di miele
- 30 gr di zucchero
- 90 gr di cereali (qualsiasi tipo, secondo i gusti personali)
- uvetta a piacere

PREPARAZIONE

1) In una padella sciogliere il burro con il miele e lo zucchero.
2) Aggiungere i cereali e l'uvetta.
3) Amalgamare bene il tutto.
4) Foderare una teglia con carta inumidita e versarci l'impasto.
5) Livellare bene (io ho usato il batticarne!).
6) Tagliare l'impasto a quadrotti o barrette (perchè una volta solidificato, risulterebbe difficile!).
7) Lasciare raffreddare in frigorifero.

Buon appetito!

Barrette ai cereali

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Siamo in quarantena!

Eccoci!
Ci siamo arrivati anche noi...
Come tutti i bambini che vanno alla scuola materna, anche la Teppa ieri è arrivata a casa con un bel regalino: la varicella!!

Immagine tratta dal web
La notte l'abbiamo passata in bianco impedendole di grattarsi... Ora è il turno dei nonni... Domani salta il weekend al mare (previsto per il ponte del 17)... Uffi!!

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Ho letto: "La solitudine dei numeri primi"

Immagine tratta dal web

Giordano Paolo
La solitudine dei numeri primi

Prestato da Michela | 304 pagine

Alice, a sette anni, rimane vittima di un incidente con gli sci; Mattia, a nove, perde la sorella gemella... Questi episodi hanno segnato per sempre la loro vita ma, allo stesso tempo gli hanno permesso di incontrarsi e scoprire di essere "strettamente uniti eppure invincibilmente divisi" come quei numeri che i matematici chiamano numeri primi...

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Cipolle al forno

Il maritino è goloso di cipolle... Le mangerebbe tutti i giorni: sulla pizza, nella focaccia, con la salsiccia...
Io non ne vado pazza, però ogni tanto lo devo accontentare e così qualche tempo fà, in rete, avevo trovato questa ricetta facile e veloce ma soprattutto di mio gradimento!
Gliela propongo spesso come contorno ad una bella costata!!


INGREDIENTI

- 3 o 4 cipolle dorate
- olio extravergine di oliva q.b.
- pan grattato q.b.
- parmigiano reggiano q.b.
- sale q.b.
- origano q.b.

PREPARAZIONE

1) Pulire, lavare e tagliare le cipolle a rotelle non troppo fini.
2) Ricoprire una teglia con carta forno e adagiarci le cipolle tagliate.
3) Bagnarle con l'olio e spolverizzarle con il pane grattuggiato, il grana e l'origano.
4) Aggiustare di sale.
5) Coprire la teglia con un foglio di alluminio e infornare per 15 minuti a 200°.
6) Togliere il foglio di alluminio e infornare nuovamente fino al formarsi di una pellicina dorata sulle cipolle.

Buon appetito!

Cipolle al forno

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Festa della donna

Immagine tratta dal web

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

La Teppa disegna la nostra famiglia

Eccoci qui: la Teppa, il papà e la mamma

Disegno della Teppa

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

Ci prepariamo al Carnevale

Siamo già a Marzo!!??
Come vola il tempo...
Fino all'altro giorno non facevo che ripetermi che quest'anno Carnevale cadeva molto tardi e quindi avevo tutto il tempo di preparare non uno ma bensì due costumi per la Teppa!
Invece... Con i soliti 1000 impegni... E' già tanto che sono riuscita (con l'aiuto di nonna Anna, che ha cucito il tutto) a preparare il vestito per la festa all'asilo!
Comunque il risultato merita... Sono proprio contenta!!

Ci avevano chiesto, vista la ricorrenza dei 150 dell'Unità d'Italia, di vestire i nostri bambini seguendo questo tema... Così ho pensato e fatto...
La Teppa sarà una bellissima bandiera italiana!!

Lo schema del vestito l'ho disegnato io, mentre per le misure ci siamo basate su un abito estivo...

Schema vestito bandiera
Come materiale abbiamo utilizzato del pile (nei tre diversi colori) in modo da tenerla calda (anche all'aperto).
Completano il look scarpe, collant e maglietta bianche...
In testa?? Grosso problema...
La Teppa non è una da fronzoli; rivestirò un cerchietto con nastri nei colori bianco, rosso e verde e speriamo lo voglia indossare!!

Vestito bandiera
Vestito bandiera
Vestito bandiera

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS